Detraibilità fiscale dei costi per l'acquisto di medicinali

Per poter usufruire della detrazione fiscale delle spese sostenute in farmacia il cittadino deve conservare gli scontrini fiscali e le copie fotostatiche delle ricette mediche.

Nel caso di farmaci di automedicazione deve rendere l'autocertificazione che attesta la necessità dell'acquisto dei farmaci.

La farmacia ha il solo obbligo di emettere il relativo scontrino fiscale per la certificazione dei corrispettivi ricevuti per il pagamento dei medicinali con o senza prescrizione medica.

Per quanto concerne le spese sostenute per i ticket, tale documentazione "potrà essere costituita dalla fotocopia della ricetta rilasciata dal medico di base in unico esemplare corredata dallo scontrino fiscale rilasciato dalla farmacia, corrispondente all'importo del ticket pagato sui medicinali indicati nella ricetta''.

La predisposizione dell'autocertificazione é di esclusiva competenza del cittadino. come pure gli compete l'obbligo di acquisire e conservare la relativa documentazione giustificativa (gli scontrini fiscali).

Cos'altro si può detrarre


Oltre alle spese per i farmaci è possibile detrarre anche le seguenti spese sanitarie:

  • Visite mediche
  • Visite omeopatiche
  • Spese odontoiatriche
  • Sedute e terapie psicoanalitiche
  • Spese chirurgiche
  • Analisi, radiografie, ecografie, TAC, risonanze magnetiche
  • Degenze e ricoveri ospedalieri
  • Protesi dentarie
  • Protesi oculistiche, occhiali, lenti a contatto, cornea artificiale
  • Protesi fonetiche
  • Protesi acustiche
  • Arti artificiali ed apparecchi ortopedici
  • Stimolatori e protesi cardiache
  • Mezzi per inabili ed invalidi